Carciofo spinoso di Sardegna

Carciofo spinoso di Sardegna

Carciofo spinoso di Sardegna

Carciofo di forma conica allungata ed apice appuntito che termina con lunghe spine gialle, mediamente compatto, il colore delle brattee esterne è verde intenso con sfumature violette, quelle interne sono giallo paglierino con brevi striature viola. Il capolino e la base delle brattee hanno una profumazione intensa, una consistenza carnosa, tenera e croccante. Il gusto è corposo, marcato ed inconfondibile, con un gradevole equilibrio di amarognolo e dolce per la presenza di derivati polifenolici e cinarina.

Il calibro può essere medio (7-7,5 cm con un peso di 130-160g) o medio-grande (8-9 cm con un peso di 160-200g). La pianta può raggiungere 70-140 cm di altezza, ha foglie disposte a rosetta con al centro un robusto gambo fiorale poco fibroso, tenero ed edibile.

L'inizio della raccolta dei precocissimi parte alla fine di ottobre, prosegue a novembre-dicembre con i precoci e si conclude a marzo-aprile con la tipologia tardiva.

Certificazione D.O.P.

Il gusto e la tenerezza tipica del carciofo spinoso sardo, sono caratteristiche introvabili nelle altre varietà coltivate nel resto d'Italia e non solo. Per queste caratteristiche, unitamente alla volontà di  contribuire al consolidamento del settore carcioficolo sardo,  i produttori sardi e l’OP Sa Marigosa, sono riusciti ad ottenere  il riconoscimento del marchio D.O.P  “Denominazione di Origine Protetta” da parte MIPAAF.

La certificazione D.O.P., attesta inequivocabilmente lo stretto legame fra prodotto e territorio, imponendo ai produttori il vincolo di concludere in loco tutte le fasi dei produzione, dalla coltivazione all'elaborazione del prodotto.

Le caratteristiche organolettiche del Carciofo spinoso sardo, d'altronde, dipendono direttamente dalle specifiche condizioni climatiche e dalla particolare composizione del terreno che, solo in alcune aree della Sardegna , favoriscono la nascita e lo sviluppo di questa tipologia di Carciofo, ideale per la consumazione a crudo e ricchissimo di minerali e fibre preziose per la salute.

La Denominazione d'Origine Protetta, dunque, rappresenta lo sbocco naturale per la commercializzazione del Carciofo Spinoso Sardo in uno scenario Europeo e extrauropeo.

Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestPrint this page

Confezione

Semilavorato Vaschetta 4 pz. - cassetta 20/25 pz. - bouquet 4pz.

Proprietà organolettiche e valori nutrizionali

Il contenuto in carboidrati non è inferiore a 2,5 g su 100 g di sostanza fresca; il contenuto in polifenoli non è inferiore a 50 mg in 100 g di sostanza fresca, il sodio non supera i 0,125 g su 100 g di sostanza fresca; il Ferro: non superiore a 0,80 mg su 100 g di sostanza fresca. Consistenza carnosa alla base, ma allo stesso tempo le brattee sono tenere e croccanti. il gusto corposo con equilibrata sintesi di amarognolo e dolciastro per la presenza di derivati polifenolici e cinarina. La presenza dei tannini, quali componenti naturali del carciofo, è poco avvertita in quanto controbilanciata da sensazioni prevalenti di dolce, derivanti dalla presenza importante di carboidrati, tipica del carciofo spinoso di Sardegna.

Coltivazione

Il carciofo spinoso è coltivato e condizionato nelle zone di produzione che ricadono nei territori dei comuni iscritti nel disciplinare di produzione del Carciofo Spinoso di Sardegna DOP. Quest'area di produzione è quella in cui il carciofo spinoso di Sardegna risulta essere tradizionalmente coltivato. In questi territori si ritrovano contemporaneamente tutte le caratteristiche idonee alla sua coltivazione e si è sviluppato contestualmente tutto il patrimonio di esperienze, tradizioni e capacità tecnico-colturali che garantiscono la qualità del prodotto.

Quando lo trovi nei banchi del supermercato

Contattaci per sapere dove trovare i prodotti freschi Sa Marigosa

Altri prodotti della stessa categoria